Journal

Manuale di Psicopatologia Perinatale

Post del 1 Maggio 2016

È appena uscito il Manuale di Psicopatologia Perinatale – Profili psicopatologici e modalità di intervento.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce il genere come un determinante critico di salute e di malattia mentale (OMS, 2008). Il periodo perinatale che comprende il concepimento, la gravidanza, il puerperio e si protrae fino ad un anno dal parto, rappresenta una fase cruciale per la vita della donna. In questa fase la donna attraversa una fase di metamorfosi biologica, neuroendocrina, fisica, psicologica e sociale che la predispone ad una particolare vulnerabilità emotiva e psichica. Nonostante il periodo perinatale sia tradizionalmente considerato un periodo di benessere psichico per la donna, in realtà, rappresenta un passaggio critico, vissuto da molte donne con inquietudine e preoccupazione. Alcuni disturbi psichiatrici potrebbero peggiorare o esordire de novo durante il periodo gestazionale e puerperale. Fondamentale è riconoscere i prodromi di un disturbo psichiatrico e la sintomatologia clinica eventualmente associata in modo da assicurare la tempestività degli interventi. Un disturbo clinicamente rilevante non prontamente diagnosticato e trattato può gravemente compromettere il decorso gestazionale, la salute psichica della donna e lo sviluppo del feto nonché pregiudicare lo sviluppo di un idoneo sistema di attaccamento materno-infantile, il successivo sviluppo neuro-cognitivo del bambino e predisporre all’insorgenza di futuri disturbi psichiatrici in età infanto-adolescenziale.

Il Manuale di ‘Psicopatologia Perinatale’ rappresenta l’unico manuale in lingua italiana che riporta una descrizione ampia e dettagliata delle maggiori forme psicopatologiche della gravidanza e del dopo parto e le relative modalità di individuazione e di trattamento di questi disturbi.

Tra gli aspetti affrontati:

  • maternity blues;
  • disturbi d’ansia nel periodo perinatale;
  • psicosi puerperale, disturbo bipolare e schizofrenia;
  • paura del parto (tocofobia);
  • disturbo della relazione madre-bambino;
  • disturbi alimentari e gravidanza;
  • abuso di sostanze;
  • uso di psicofarmaci nel periodo perinatale;
  • disturbi affettivi perinatali nei padri.

Scritto da studiosi italiani e sostenuto da due dei maggiori esperti mondiali di questa area scientifica (Ian F. Brockington e Carmine M. Pariante), questo volume si rivolge principalmente agli operatori sanitari e socio-sanitari, ma anche agli studenti universitari e agli specializzandi impegnati ad approfondire le proprie conoscenze sulla psicopatologia perinatale.

 

Pubblicato in